giovedì 26 gennaio 2012

Equinozio d'autunno - 21 settembre 2011

Con questa rapida carrellata di immagini vorrei illustrare quello che ho realizzato con i bambini il giorno 21 settembre 2011, in occasione dell'equinozio d'autunno, grazie all'utilizzo del Mappamondo parallelo.
In questo caso ho lavorato con due classi: una terza e una quarta, che conoscevano ed osservavano il mappamondo per la prima volta. L'idea era però quella di proseguire le osservazioni durante tutto l'anno per notare i cambiamenti e cominciare a comprendere le stagioni (in effetti ho realizzato anche la "tappa" del solstizio d'inverno, che a breve documenterò). 
I bambini di classe quarta hanno anche realizzato dei disegni, un cartellone con le spiegazioni delle varie fasi e una presentazione in power point che, alla fine dell'anno, quando sarà completata da tutte le osservazioni, probabilmente pubblicherò.

P.S. Per osservare meglio le immagini cliccateci sopra. Potrete vederle ingrandite e scoprire più dettagli! :-)

Cerchiamo la posizione del Sole
Utilizziamo la bussola per orientare il nostro mappamondo verso nord
Dov'è il nord?
Ora dobbiamo orientare l'angolo del nostro mappamondo: lo posizioniamo in modo che chi abita a Cremona sul mappamondo stia in piedi esattamente come noi!
Ecco un abitante cremonese del mappamondo! :-) Sta in piedi come noi, quindi il mappamondo è orientato bene: il nostro amico è sul "punto più alto" del mondo! Quindi anche noi lo siamo! (l'amico verrà poi ribattezzato "Professor Solarius" dai bambini di quarta)
Tutto il mondo è sotto ai nostri piedi!
Osserviamo bene luce e ombra...prima dal lato nord...
...poi dal lato sud... Che meraviglia! 20 bambini letteralmente incantati di fronte al mappamondo! (mi spiace aver dovuto eliminare lo sguardo dall'immagine, perchè era davvero significativo!) :-)
Ora posizioniamo il nostro "omino-stecchino" nel posto del mondo in cui ci piacerebbe andare. Poi osserviamo le ombre.
Anch'iooo! Anch'iooo!
Ognuno sceglie un luogo del mondo...meglio al Sole però! :-)
Osserviamo le ombre dei nostri omini-stecchini. Alcune sono orientate verso destra (est), altre verso sinistra (ovest), altre sono esattamente orientate verso il Polo Nord o il Polo Sud!
Ecco un'altra prospettiva.
Sull'America c'è un po' buio e un po' luce...sarà sera o mattina? Cerchiamo di scoprirlo osservando il movimento apparente del Sole...
Un altro punto di vista...
Ecco l'Europa e l'Asia. Qui le ombre sono orientate verso ovest...anche qui comincia l'ombra...sarà sera o sarà mattina?
Facciamo le nostre ipotesi: il Sole tramonta da quella parte, quindi significa che, se tra qualche ora si troverà lì, questa zona del mappamondo verrà illuminata, mentre questa andrà in ombra. Ecco quindi svelato il mistero: in Asia sta arrivando la notte, mentre in America sta per sorgere un nuovo giorno!
La linea che divide la luce dall'ombra passa esattamente da Polo Nord e Polo Sud, dividendo i due emisferi terrestri esattamente a metà...sarà così anche nelle prossime osservazioni???
In Asia arriva la sera...
In America si stanno svegliando: è mattina!
Posizioniamo un omino stecchino in un punto particolare... Tutti gli omini hanno un'ombra, ma lui, in quel punto preciso, non ha ombra! Significa che in quel posto del mondo il Sole è allo zenith, cioè esattamente perpendicolare al terreno (o esattamente sopra alla testa del povero omino). Chissà che caldo!!! Questo punto si trova in mezzo all'oceano (l'omino è in barca!), ma se aspettiamo qualche minuto vedremo che l'ombra comparirà e per ripetere l'evento eccezionale dovremo spostare l'omino di nuovo. Però possiamo osservare una cosa: tutte le posizioni dell'omino-senza-ombra si trovano lungo la linea dell'Equatore! Quella lunga linea che divide la Terra in due metà o emisferi (metà sfere) esatti: l'emisfero nord e l'emisfero sud. Una domanda un po' birichina: ma anche durante le prossime osservazioni l'omino-senza-ombra si troverà lungo l'Equatore?
Ecco il bellissimo cartellone realizzato dai bambini di quarta. C'è un'altrettanto bella presentazione fatta con la LIM da visionare, ma ora non è ancora completa. Bisogna prima fare tutte le osservazioni e poi a giugno sarà pronta!
Ecco che il Professor Solarius prende vita e diventa la guida di tutto il nostro lavoro.
La Maestra Cristina ci insegna ad osservare la posizione del Sole.
Tutti i bambini posizionano i loro omini-stecchini e osservano il mappamondo.

Nessun commento:

Posta un commento