lunedì 25 giugno 2012

Solstizio d'estate...o quasi!

Ed eccoci giunti alla nostra ultima osservazione del mappamondo parallelo, quella del solstizio d'estate!
Purtroppo però (anzi: PER FORTUNA!) il giorno del solstizio d'estate (21 giugno) i bambini erano ormai in vacanza. Per questo motivo abbiamo deciso di anticipare l'osservazione all'ultimo giorno di scuola: venerdì 8 giugno.


L'osservazione in quel giorno era già molto interessante, ma ancora leggermente diversa da quella del solstizio. I bambini sono comunque riusciti ad effettuare ragionamenti e previsioni coerenti rispetto a ciò che stava per succedere, come ad esempio dove andare a posizionare l'omino senza ombra.
Purtroppo l'8 giugno il tempo era particolarmente variabile: sole, nuvole, pioggia, poi ancora sole, nuvoloni, qualche goccia......e noi sappiamo bene che senza sole il nostro mappamondo non può funzionare. Per fortuna le brevi apparizioni del sole hanno permesso l'osservazione più attenta per i bambini di classe quarta della scuola Boschetto, durante la mattinata. Nell'intervallo sono riusciti ad osservare qualcosa anche alcuni bambini di classe terza. Purtroppo invece, il pomeriggio ha fatto sparire il sole e i bambini di classe terza della scuola Manzoni non hanno potuto osservare direttamente il mappamondo (ma stanno già aspettando che arrivi l'anno prossimo!).
Come per gli scorsi appuntamenti inserisco alcune foto che mostrano le diverse fasi di osservazione dei bambini.
Vi consiglio infine di consultare non solo il sito di Globo Local, ma anche i post relativi all'equinozio di autunno, al solstizio d'inverno e all'equinozio di primavera, per avere un quadro completo dell'esperienza e, se volete, iniziare a progettare un percorso didattico per l'anno prossimo nelle vostre classi. Per ulteriori informazioni potete anche leggere il mio post esplicativo sul mappamondo parallelo, uno strumento utilissimo per lo studio dei fenomeni astronomici, geografici e per l'acquisizione di valori interculturali.
Buon lavoro! ;-)

martedì 19 giugno 2012

Equinozio di primavera - 20 marzo 2012

Continua l'aggiornamento del percorso (iniziato con equinozio di autunno e solstizio d'inverno) Globo Local durato tutto quest'anno scolastico nella scuola Boschetto (classi 3^ e 4^) e nella scuola Manzoni (classe 3^ A) di Cremona.


I giorni 20 e 21 marzo nelle tre classi abbiamo effettuato le osservazioni del mappamondo parallelo e siamo giunti ad importanti conclusioni.
Come per gli scorsi appuntamenti, lascio che a descrivere l'esperienza siano le fotografie, complete di alcune righe di didascalia e di spiegazione. 
Buona visione e...preparatevi a liberare il vostro mappamondo per l'imminente solstizio d'estate! ;-)

martedì 12 giugno 2012

Il gioco musicale con i dadi di Mozart

Mozart? Ma stai parlando del musicista, vero? Beh, e che c'entra allora un musicista con la matematica???
In effetti i musicisti hanno molto più in comune con i matematici di quanto loro stessi riescano ad ammettere... Alcuni più inconsapevolmente, altri più consapevoli e curiosi di sperimentare, ma tutti quanti i musicisti si trovano a lavorare con la matematica, a livelli diversi.
Lo sanno bene le ragazze che in questi anni hanno frequentato uno dei miei laboratori in Bicocca e che ogni volta sono rimaste meravigliate e incantate davanti a questo all'apparenza semplice e bizzarro gioco inventato dal grande genio di Mozart. Un gioco che è proponibilissimo anche ai bambini, grazie al supporto delle nuove tecnologie, e che sicuramente li farà divertire moltissimo.
Dunque, vediamo di cosa si tratta.


Nel 1793, Mozart realizzò il "Musikalisches Würfelspiel" (letteralmente "gioco musicale con i dadi"), un semplice gioco per poter comporre musica anche senza mai averla studiata! Come si fa? E' molto semplice: basta prendere due dadi, lanciarli, seguire le indicazioni del musicista e...il gioco, pardon, il minuetto è fatto!
Una musica basata sul caso, insomma. ...chissà che composizione assurda, direte voi! E invece tra poco vi dimostrerò tutto il contrario.


Ma cerchiamo di capire meglio che cosa ha fatto questo geniale musicista. Mozart ha composto, già pronte per noi, 176 battute formate da una breve melodia e dal relativo accompagnamento (riga sopra e corrispondente sotto sul pentagramma), le ha numerate ed infine ha stabilito dei criteri grazie ai quali, al lancio dei dadi, potesse essere composto dall'ignaro giocatore un minuetto (una particolare composizione musicale in tempo 3).

mercoledì 6 giugno 2012

Il passaggio di Venere davanti al Sole - 6/6/2012

Uno spettacolo bellissimo, soprattutto per gli amanti dell'astronomia, come me!


Sveglia molto presto, caricato tutto in macchina e direzione argine di Po, qui a Cremona. L'orizzonte non era male, solo qualche nuvola antipatica all'orizzonte mi ha impedito di godermi lo spettacolo fin dall'inizio. Le nuvole formavano due sottili striscie: sono riuscita ad intravedere per pochi secondi il Sole passare tra una striscia e l'altra...ed è stato lì che ho visto ad occhio nudo una piccola macchiolina! :-)
Era tutto molto offuscato, sono riuscita a fare qualche semplice foto, ma poi ho dovuto attendere ancora qualche minuto che il Sole si alzasse. A quel punto era necessario il vetrino, ma anche con quello era molto difficile scorgere qualcosa, ad occhio nudo.
Per fortuna, come vi avevo anticipato, i miei "potenti mezzi" sono entrati in azione! :-) Prima la mia reflex con l'obiettivo specifico montato + il vetrino oscurato...poi, quando anche la reflex ha tentennato a causa della luminosità del Sole, sono passata al telescopio.
Niente di che, i miei mezzi non sono così "potenti" come tento di far credere: era un piccolo telescopio rifrattore a cui ho applicato il vetrino per riparare le lenti (e i miei occhi) dal Sole. Con la mia fotocamera compatta sono riuscita a fare qualche foto anche attraverso l'obiettivo del telescopio, molto d'effetto! :-)
Avrei voluto proiettare l'immagine su un foglio, ma per questo ero poco attrezzata, purtroppo...


Ecco, ora vorrei invece raccontarvi l'evento attraverso qualche immagine, così che anche chi si è perso il fenomeno "live", possa comunque osservarlo.
Dedico le immagini ai miei bambini di quarta che erano prapareatissimi e attendevano con ansia l'evento: alcuni si sono svegliati molto presto osservando il Sole e Venere con il vetrino che già avevano preparato, altri non sono riusciti ad osservare niente (forse perchè un po' meno mattinieri) e sono rimasti un po' delusi, altri ancora so che hanno sgridato le mamme per non averli svegliati abbastanza presto (povere mamme! :-D) ed infine altri hanno compensato la mancata osservazione con delle accurate ricerche online sul fenomeno.
Queste immagini sono soprattutto per loro. :-)

martedì 5 giugno 2012

Venere fa ombra al Sole!

Domani mattina mettete la sveglia prestissimo! C'è un evento da non perdere assolutamente perchè sarà l'ultima occasione per osservarlo della nostra vita!
Il pianeta Venere transiterà proprio davanti al nostro Sole, oscurandone una piccolissima parte. La sua ombra sarà nettamente visibile in quasi tutto il mondo.


Questo fenomeno è già avvenuto nel 2004...e capiterà di nuovo nel 2117! Troppo in là nel tempo per farci dire: "sarà per la prossima volta!". :-)
In diverse zone del mondo il fenomeno sarà ben visibile durante la giornata. Purtroppo in Italia sarà possibile osservare solo le ultime fasi del transito: bisognerà alzarsi molto presto, aspettare che sorga il Sole (intorno alle 5.30) e si potrà osservare l'ombra di Venere sulla nostra stella fino alle ore 7.00 circa. Vi toccherà essere molto mattinieri! :-)
Una cosa importantissima! Come ho detto ai bambini a scuola (che si sono già preparati per l'evento!) il Sole ha una luce accecante e potrebbe rovinare la vista, se osservato direttamente. Per questo è fondamentale usare un vetrino oscurato, come quelli da saldatore, o un filtro apposito. Non usate occhiali da sole o altri oggetti semi-trasparenti! Rischierete di farvi male! 

Per i temerari che, come me, domani mattina all'alba saranno già in postazione da osservazione, segnalo alcuni siti utili per monitorare il fenomeno (utili anche a chi non potrà osservare l'evento direttamente, ma vorrà condividerlo da casa sua).
-   Un sito interessantissimo dell'Osservatorio Astronomico di Padova che racconta nel dettaglio che cosa accadrà in diretta, a partire dalla mezzanotte di stasera: la notte di Venere.
-   Uno splendido sito (in inglese) con tutte le info possibili e immaginabili sull'evento e la segnalazione di un'APP scaricabile sui vostri dispositivi mobili per monitorare il fenomeno minuto per minuto: Transit of Venus.
-   Un po' di storia, alcuni riferimenti utilissimi e qualche nozione tecnica su Keplero.
-   Live il transito di Venere su Coelum e su Coelumstream (e tantissime foto inviate dagli appassionati).
-   Altre preziose info su Astronomia.com.
-   Un approfondimento su Le Scienze.
-   Anche GravitàZero parla del transito di Venere.
-   Il sito dove poter scaricare Stellarium, il software gratuito per tenere sott'occhio tutto quello che accade in cielo (esistono anche versioni per iphone e ipad).

Io cercherò di non perdermi l'evento e con i miei "potenti" mezzi proverò ad immortalare il Sole con l'ombra di Venere. Appena possibile pubblicherò le mie foto sul blog, così anche chi si perderà l'evento avrà la possibilità di osservare le immagini.

Buona osservazione a tutti! :-)