mercoledì 15 febbraio 2012

Itinerari Matematici in città (Il mio primo vero libro!)

Ed è con immenso piacere che oggi posso presentarvi (ufficialmente e...finalmente!) il mio primo vero libro, realizzato durante gli scorsi mesi in concomitanza del corso di aggiornamento per insegnanti della scuola primaria che ho tenuto nella mia città, Cremona.

Il libro si intitola "Itinerari matematici in città - Un percorso di riscoperta della città di Cremona in ottica matematica per gli insegnanti della scuola primaria" ed è stato redatto dalla sottoscritta, Cristina Sperlari.
Il testo non ha per ora un editore, perchè è stato interamente autoprodotto: io ho curato la parte dei testi e delle immagini, mentre l'impaginazione, la grafica e la stampa sono opera del mio bravissimo e pazientissimo fidanzato (a cui va un ringraziamento speciale), Cristian Lo Monaco.

Il libro è un po' la trasposizione scritta delle idee emerse e del percorso svolto con gli insegnanti durante il corso di aggiornamento da me tenuto tra l'ottobre e il dicembre 2011, e vuole essere una piccola guida per gli insegnanti (in principal modo della scuola primaria) per realizzare esperienze matematiche che abbiano come contesto la città (in questo caso, di Cremona).

Si sente spesso dire che la Matematica si può trovare dappertutto. Se questo è vero, allora anche i luoghi in cui viviamo dovrebbero richiamare in tanti dettagli alcuni aspetti di questa onnipresente disciplina.
Basta camminare per le vie di una città o di un paese per fare esperienza di Matematica. Purtroppo però quasi nessuno se ne accorge e sfrutta questi importanti spunti per lavorare nella pratica a scuola.
Ecco, questo libro vorrebbe mostrare ai suoi lettori un po' di quella Matematica che si nasconde all'interno della nostra vita di tutti i giorni: quella che possiamo osservare passeggiando per le strade di una città, che fa capolino mentre pianifichiamo i nostri viaggi o che ogni giorno ci accompagna appena poco più in alto o più in basso del nostro sguardo.
Una riscoperta del territorio in cui viviamo in chiave matematica, insomma, che può essere un arricchimento molto utile sia per noi che per i nostri bambini che, imparando ad osservare con una certa attenzione i loro ambienti di vita, hanno l'opportunità di conoscere meglio il contesto cittadino e di orientarsi con più facilità al suo interno. Inoltre bambini e ragazzi possono finalmente trovare un'applicazione pratica e tangibile di molti concetti matematici e geometrici che solitamente a scuola vengono affrontati in maniera piuttosto "teorica".
Un percorso interessante, soprattutto per gli insegnanti (della scuola primaria, ma non solo) che hanno la possibilità di riproporre direttamente in classe le esperienze descritte e possono avere degli spunti utili (anche bibliografici e sitografici) per documentarsi e ampliare le loro proposte scolastiche.

Il testo è espressamente dedicato a Cremona, la mia città e il territorio specifico in cui l'esperienza del corso di aggiornamento è stata svolta. Ma ciascun argomento può essere reinterpretato e calato in qualsiasi altra realtà (so di una collega che stava provando a riproporre l'esperienza ai suoi alunni, utilizzando il "materiale" presente all'interno del piccolo paese in cui è inserita la scuola).
Lo stesso progetto è liberamente ispirato (quindi già reinterpretato) alle mostre di Matemilano e Matetrentino, realizzate durante gli scorsi anni nelle città di Milano e Trento, che però erano rivolte ad un pubblico molto più vasto e "alto" (rispetto ai bambini della scuola primaria) e presentavano un percorso molto più elaborato, completo e complesso del mio.

Il testo è ricco di immagini esplicative e di fotografie scattate direttamente dalla sottoscritta in diversi luoghi cittadini. Poichè è stato autoprodotto (e anche in tempi davvero ristretti!) alcune immagini sono in bianco e nero e piuttosto "amatoriali". Però io e Cristian abbiamo scelto di valorizzare le immagini più significative ed interessanti per il lavoro pratico e l'osservazione, dedicando loro diverse pagine a colori in cui potessero diventare molto più fruibili e chiare. 


Insomma, un grande lavoro che da tempo avevo in mente e che ora si è concretizzato in questo piccolo formato cartaceo. 
Per i cremonesi, un modo per riscoprire da un punto di vista assolutamente nuovo la loro città.
Per i non cremonesi, un modo per visitare (anche virtualmente) questa città da "turisti matematici" e un esempio da cui prendere spunto per elaborare percorsi simili su contesti diversi.
Per i bambini, un modo per scoprire un'applicazione estremamente pratica, tangibile e divertente della Matematica.
Per gli insegnanti, una piccola raccolta di spunti didattici e di "pensieri" sulla disciplina che insegnano.


Se qualcuno dei lettori del mio blog fosse interessato all'acquisto del libro (o se semplicemente desiderasse qualche informazione in più), mi può contattare direttamente via mail, all'indirizzo: cristina.sperlari@gmail.com

:-)

2 commenti:

  1. Complimenti! un modo stimolante e didattico, per imparare ad amare la propria città e lo spazio in cui si vive! auguri di buon carnevale dei libri di scienza!

    RispondiElimina
  2. Super, ho il tuo link sul blog Lameladiodessa, che gestisco con un collega, ma sinceramente non avevo mai letto di tutte le tue attività matematiche. Complimenti! Siamo sempre tutti così presi dal nostro lavoro che non riusciamo a scoprire quello degli altri: ci vorrebbero giornate allungabili. Mi piacerebbe anche sentirti con D'Amore, ma non sarà possibile. Pubblicherai qualcosa sul blog?

    RispondiElimina